XIII

Brevi scosse di assestamento
aprono lunghi crepacci d’asfalto
 
il cui fondo mi attrae come
l’orbita di un buco nero.
 
Il presunto terremoto riaffiora
in dretriti fumosi nell’aura
 
cremisi del sogno, dimensione
parallela ingannevole e soffice.
 
Le inaccettabili negazioni dell’
esistenza scatenano una rabbia
 
atavica,schiumante,controproducente.
Resiste,indebolita da nemici invisibili,
 
la voglia di Amare.
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...