XV

 
 
Odore di vertigine
Candore di voragine
Lucente è la fuliggine
Nel cielo non più vergine.
 
Mi muovo verso il margine
Lo sguardo poco vigile
Le note voglio scorgerle
Nell’anima mia fragile.
 
Magione un poco umbratile
D’un impressione labile
Inerzia invero mobile
Del tempo calcolabile.
 
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...